Analizzando: DarkSiders 3

DarkSiders è arrivato al suo terzo capitolo, che vede come protagonista Fury uno dei quattro cavalieri dell’apocalisse.Il nuovo capitolo sembra mantenere le caratteristiche da metroidvania che ha caratterizzato la saga, mostrando buoni miglioramenti e passi in avanti rispetto ai titoli passati. Non hanno osato a livello di longevità della trama stimata entro le 15 ore come nel primo capitolo.Sull’piano del gameplay abbiamo diverse migliorie: l’introduzione di alcune meccaniche tipiche dei souls-like unite ad una rivisitazione della IA nemica, e Boss Fight “si spera ben diversificate” a più fasi portano il gioca a un livello di sfida maggiore.

Il mondo di gioco è arricchito da scorciatoie che uniranno i vari punti della mappa come spiegava David Adams in una intervista. Il combat system sembra essere approfondito, Fury infatti sarà dotata di varie modalità che permetteranno di  cambiare il proprio aspetto e la tipologia di armi utilizzabili stratificando in questo modo il sistema di combattimento.

Da un primo sguardo Darksiders III sembra introdurre delle buone migliorie nel comparto tecnico e gameplay, è si preannuncia come un evoluzione della saga. Il dubbio che rimane è legato alla Lore e, alla longevità del titolo e dei suoi contenuti post lancio. Il Word Design sarà più contenuto rispetto al passato, ma con una maggiore verticalità. In definitiva questo terzo capitolo sembra introdurre delle buone migliorie evolvendo la saga. Non ci resta che provarlo e verificare.

 

PREVISIONE VOTO 7

Quel che spero di trovare

  • Boss fight ben ideate
  • Un ottimo livello di sfida offerto dal titolo
  • Longevità ampliata dai DLC
  • Il word design ben realizzato

Quel che temo di trovare

  • Trama scontata e poco approfondita
  • Combat system poco stratificato